BES: significato e soluzioni per lo studio

BES, acronimo di Bisogni Educativi Speciali, rappresenta un concetto che richiede un'attenzione particolare all'interno del contesto scolastico e familiare per far fronte ad un tipo di didattica inclusiva 📚​👩🏻‍🏫 e che permetta ad ogni studente di esprimere il suo massimo potenziale per raggiungere gli obbiettivi di apprendimento utili alla sua formazione.

Nell’articolo scopriremo i BES e i loro significato, sottolineando l'importanza di una prospettiva centrata sullo studente, esploreremo soluzioni pratiche per migliorare lo studio. Vi proporremo una serie di consigli per aiutare i vostri figli con BES presentandovi quali sono le migliori strategie e soluzioni che possono portare risultati efficaci e concreti 👌


Ecco gli argomenti che affronteremo insieme ⬇️⬇️⬇️

  • BES: significato e classificazione
  • Come riconoscere i BES?
  • BES: diagnosi, certificazione e documenti da consegnare
  • BES: soluzioni per lo studio fra scuola e casa
  • BES: come aiutare i figli a studiare?


💡 Cercate ripetizioni e lezioni con supporto DSA e BES? Tutornow offre un supporto "ad hoc" per gli studenti di elementari, medie , superiori e università che hanno disturbi di apprendimento o per tutte le materie (oltre 150 a disposizione). Potete inviare una richiesta da questo link per organizzare subito le vostre lezioni con Tutornow!


BES: significato e classificazione


3 studenti di età diverse


Cosa sono i BES?

I Bisogni Educativi Speciali, noti come BES, rappresentano un insieme di necessità specifiche che alcuni studenti possono avere durante il loro percorso educativo. Questi bisogni possono riguardare diversi ambiti, come l'apprendimento, la comunicazione, la socializzazione o la mobilità.

È fondamentale comprendere che i BES non sono e non devono rappresentare un’etichetta, piuttosto un riconoscimento della diversità degli stili di apprendimento.

Riconoscere se un figlio ha dei BES può essere un processo complesso ma cruciale per garantire un adeguato supporto. Segnali come difficoltà di concentrazione, problemi di apprendimento o sfide nella comunicazione possono essere i primi indicatori.


CLASSIFICAZIONE BES

I BES sono ordinati in categorie per distinguerne le varie caratteristiche specifiche e si dividono in:

• Disturbi evolutivi specifici, tra i quali i DSA (dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia) e l’ADHD, deficit di attenzione e iperattività, certificati dal Servizio Sanitario Nazionale o da specialisti privati. La scuola che riceve la diagnosi scrive per ogni studente un Piano Didattico Personalizzato e non c’è la figura dell’insegnante di sostegno

• Disabilità motorie e disabilità cognitive certificate dal Servizio Sanitario Nazionale, che indicano la necessità dell’insegnante di sostegno e di un Piano Educativo Individualizzato (PEI – per maggiori informazioni puoi leggere l’articolo dedicato).

• Disturbi legati a fattori socio-economici, linguistici, culturali come la non conoscenza della lingua e della cultura italiana e alcune difficoltà di tipo comportamentale e relazionale. Le difficoltà possono essere messe in luce dalla scuola, che osserva lo studente ed esprime le sue considerazioni, o possono essere segnalate dai servizi sociali. Non è previsto l’insegnante di sostegno e la scuola si occupa della redazione di un Piano Didattico Personalizzato (PDP).


DDA - DISTURBI ASPECIFICI DI APPRENDIMENTO

I DAA indicano la presenza di difficoltà di apprendimento che emergono perché legate a cause diverse, per esempio:

• Capacità cognitive ridotte di grado diverso e perciò legate a difficoltà di apprendimento diverse, come può verificarsi per esempio in alcuni casi di autismo

• Patologie e sindromi diverse, di tipo neurologico o organico, sensoriale (sordità o ipovisione), genetiche come la Sindrome di Down, di Williams e X-Fragile, a volte presenti insieme a capacità cognitive ridotte altri disturbi di tipo psicologico.


👉 Leggete questi articoli che approfondiscono il tema dei DSA. Troverete consigli, idee e spunti per gestire al meglio la scuola, lo studio e i compiti a casa con meno stress:

▶️ Dislessia: come aiutare i figli a studiare?

▶️ Disgrafia: significato e soluzioni per lo studio

▶️ Disortografia: significato e soluzioni per lo studio

▶️ Discalculia: significato e soluzioni per lo studio



Come riconoscere i BES?


gruppo di studenti che leggono insieme


Per una diagnosi precisa che serve a riconoscere se lo studente ha diritto o esigenza di un Bisogno Educativo Speciale, è necessario l'intervento di un medico specializzato. Possiamo fare attenzione ad alcuni comportamenti che possono essere un campanello d'allarme come ad esempio:

Problemi di concentrazione, attenzione e dunque incomprensione
Difficoltà con la lettura e la scrittura, anche di semplici esecuzioni
Fatica a capire la matematica sin da subito


👉 Ad ogni modo se avete dubbi parlatene prima con l'insegnante di scuola o provate a fare delle ore di potenziamento con un tutor. Fare potenziamento vuol dire fare esercizi specifici a casa. Provate il supporto dei nostri tutor, inviateci una richiesta per maggiori informazioni!



BES: diagnosi, certificazione e documenti da consegnare


mano di un medico che firma la certificazione


I BES non sono una categoria diagnostica e di per sé non identificano un disturbo poiché qualunque studente può manifestare dei bisogni educativi speciali nel corso del suo percorso di studi.

Si tratta di una difficoltà che dà diritto a un intervento personalizzato (che può portare al PDP), ma non si tratta di un concetto clinico, bensì pedagogico e qualunque studente può avere dei BES per diversi motivi ( fisici, biologici, fisiologici, psicologici e sociali)

Non esiste la “diagnosi di BES”, ma la necessità di Bisogni Educativi Speciali a scuola Il BES non si certifica: non esiste una diagnosi o una certificazione di Bisogni Educativi Speciali.

Esiste una diagnosi in caso di “Disturbo Specifico di Apprendimento, nello specifico di Dislessia Evolutiva”, oppure ancora diagnosi di “ADHD”.


📌 Come la scuola individua gli studenti con BES?

La scuola individua gli studenti con Bisogni Educativi Speciali in tre modi, attraverso:

1. Certificazione: è spesso richiesta per accedere a misure di supporto e adattamenti durante il percorso educativo, come tempi aggiuntivi durante le prove, l'uso di strumenti compensativi o altre forme di assistenza. Nel caso dei DSA, ad esempio, la certificazione attesta la presenza di disturbi specifici dell'apprendimento come la dislessia, la disgrafia o la discalculia.

2. Diagnosi: è un processo attraverso il quale vengono identificate e analizzate le caratteristiche specifiche delle difficoltà o delle disabilità di un individuo.

3. Considerazioni didattiche: un insegnante, di fronte a studenti con Bisogni Educativi Speciali (BES), deve adottare un approccio didattico flessibile e personalizzato. Questo implica l’attivazione di una percorso che includa le famiglie, studenti ed eventualmente altri attori. Sarà utile scegliere e valutare la metodologia più idonea da utilizzare per rispondere alle esigenze specifiche di ciascuno studente.


📌 Mio figlio è un DSA che cosa devo fare?

Se ci sono sospetti sia da parte vostra che della scuola la procedura è questa:

✅​ Visita dal neuropsichiatra (con validità 3 anni)
✅​ Consegna a scuola del certificato di diagnosi da protocollare
✅​ Ottenimento di un PDP (Piano Didattico Personalizzato)


👉 Per scoprire maggiori dettagli sulla certificazione DSA e la procedura da seguire vai al nostro articolo DSA: significato e soluzioni per lo studio.



Didattica BES: soluzioni per lo studio fra casa e scuola


studentessa che sbuffa e ha bisogno di aiuto


Affrontare i Bisogni Educativi Speciali richiede un approccio didattico mirato e inclusivo. Nell'ambito scolastico, è fondamentale implementare strumenti e strategie che facilitino l'apprendimento degli studenti con BES.

L'utilizzo di tecniche di insegnamento mirate, risorse didattiche personalizzate e l'impiego di tecnologie assistive sono tutti elementi essenziali.

Il supporto allo studio riveste un ruolo chiave nel processo educativo degli studenti con BES. Un tutor qualificato può offrire assistenza mirata, guidando lo studente nella comprensione dei concetti, aiutandolo con i compiti e fornendo un ambiente di apprendimento positivo.

La collaborazione tra insegnanti, genitori e tutor è cruciale per garantire un sostegno completo e integrato.

👉 Tutornow seleziona per voi il tutor più adatto alle esigenze di ogni studente! Contattateci per raccontarci di voi e conoscerci meglio!


Metodo di studio per BES scuole medie e superiori

Nel caso di studenti con BES è importante incoraggiare a gestire il tempo dello studio per un apprendimento efficace, quindi sarà importante fare leva su un tipo di studio fatto di brevi sessioni in modo da tenere sempre alta la concentrazione.

Sarà importante osservare tutte le informazioni che si trovano intorno al testo, i titoli, le didascalie, le immagini. Infine la memorizzazione, fase in cui sarà necessario, utilizzare mappe e schemi, brevi riassunti per una ripetizione orale dei contenuti. Le mappe possono essere create manualmente, oppure ci si può avvalere dell’ausilio di software specifici.

Un buon metodo di studio deve iniziare a scuola e concludersi a casa. L'obiettivo è l’autonomia dello studente, dunque per rendere questo realizzabile sarà importante:

✳️ ​Usare programmi di videoscrittura, che permettono di correggere, integrare e modificare i testi rapidamente (Microsoft word, Google doc sono già installati su PC, smartphone o tablet).

✳️​ Studiare con riassunti, schemi e mappe, che possono essere memorizzati nel PC e riutilizzati ogni volta che serve. I temi non danno la possibilità di elaborare modelli-base, ma si può suggerire ai figli di cercare le idee a partire da una mappa.

✳️​ Usare software per costruire mappe. Molti specialisti le considerano uno strumento d'eccellenza per sintetizzare, ma questo è vero se le mappe sono costruite in prima persona, non se vengono scaricate già pronte da un sito web. Molti programmi per realizzare mappe in commercio sono facili e divertenti da usare. Prova con Canva, leggi tutte le istruzioni sul nostro articolo dedicato alla realizzazione di mappe con il programma Canva.

✳️ ​Utilizzare libri di testo in formato digitale (con la sintesi vocale). La gestione di questi manuali non è sempre facile e nei primi tempi occorre aiutare i figli a familiarizzare con il loro utilizzo, non dimentichiamo che però i giovani sono molto avanti con l'uso della tecnologia, quindi vi sorprenderanno!


Strumenti compensativi per i BES

Gli strumenti compensativi sono validi per tutti gli studenti con bisogni educativi speciali (disabilità, DSA, ADHD, DAA, disturbo socio-economici, linguistici e culturali). Compensare significa dare l’equivalente di una cosa, di un’attività con un’altra, supplendone il difetto, la mancanza.

Gli strumenti compensativi sono dunque tecnologie e varie risorse e vengono utilizzate dall’alunno in modo strategico al fine di favorire il suo successo formativo sono ad esempio:

  • Mappe concettuali
  • Sintesi delle lezioni
  • Linea del tempo
  • Uso di parole-chiave
  • Glossari specifici
  • Formulari di algebra, geometria, trigonometria
  • Tabella dei mesi
  • Registratore
  • Fasi dello svolgimento del problema
  • Calcolatrice
  • Tavola pitagorica
  • Tabella dei numeri e delle misure
  • Computer
  • Sintesi vocale
  • Dizionari elettronici
  • Enciclopedia multimediale
  • Traduttore


Misure dispensative per BES

Sono misure che non violano l’imparzialità, ma, al contrario, mettono il dislessico sullo stesso piano dei suoi compagni. Dispensare significa esentare l’alunno da un impegno, da un obbligo, da un’attività che si sa potere essere fallimentare poiché non dipende dall’impegno profuso dall’alunno. Le misure dispensative sono dei facilitatori formali, necessarie per colmare alcune carenze difficilmente colmabili.

Ecco a voi un elenco delle misure dispensative:

  • Dispensa dalla lettura ad alta voce (a meno che non sia l'alunno a richiederlo)
  • Dispensa dalla copiatura alla lavagna
  • Dispensa dalla scrittura veloce sotto dettatura
  • Dispensa dallo studio "a memoria" di verbi, tabelline, formule, poesie
  • Dispensa dall’uso del vocabolario
  • Dispensa, in alcuni casi, dallo studio della lingua straniera in forma scritta
  • Tempi più lunghi per prove scritte e per lo studio a casa
  • Interrogazioni programmate
  • Valutazione delle prove scritte e orali (che tengano conto più del contenuto e meno della forma)


👉 Volete rendere efficace il metodo di studio? Scegliete gli insegnanti di Tutornow! Inviateci una richiesta per maggiori informazioni!


Come aiutare i figli con BES a studiare?


donna che fa forma di cuore con le mani su sfondo di libri e idee


Quando ci si occupa di Bisogni Educativi Speciali, il coinvolgimento attivo dei genitori è fondamentale.

Ecco 5 consigli per supportare i figli con BES nello studio:

1. Comunicazione aperta: mantenere un dialogo aperto con gli insegnanti per comprendere le esigenze specifiche del proprio figlio.

2. Ambiente di studio adatto: creare un ambiente di studio confortevole e privo di distrazioni per favorire la concentrazione.

3. Routine strutturata: stabilire una routine quotidiana ben strutturata aiuta gli studenti con BES a sentirsi sicuri di sé stessi.

4. Utilizzo di risorse che facilitano l'apprendimento: sfruttare al massimo risorse come audio libri, video o altri strumenti tecnologici per migliorare l'apprendimento.

5. Supporto delle ripetizioni: considerare l'aiuto di tutor specializzati, come quelli offerti da Tutornow, per un supporto personalizzato e mirato. Inviateci una richiesta per raccontarci di voi e delle vostre esigenze. Tutornow è pronto a soddisfarle!


BES: quali sono i vantaggi di studiare con Tutornow?

Tutornow si impegna con entusiasmo nell'assistere e supportare gli studenti e i loro genitori nel raggiungere gli obiettivi scolastici, fornendo lezioni accessibili e coinvolgenti tenute da insegnanti competenti e affidabili, con l'obiettivo di assicurare un futuro promettente agli studenti. Tutto ciò è possibile per tutti gli studenti che hanno esigenza di bisogni educativi speciali.


Il supporto di un Tutor è importantissimo per studiare e i benefici sono tanti come:

☑️ Maggiore consapevolezza nelle proprie capacità
☑️ Maggiore motivazione e meno stress
☑️ Migliore rendimento e miglioramento dei voti
☑️ Minor tempo sui libri grazie ad un metodo di studio mirato
☑️ Maggiore autonomia e autostima


👉 In più con Tutornow potrete:

✔️ Fare subito una valutazione della situazione, capire in quante materie intervenire, quante insufficienze ci sono per creare un percorso su misura per voi.

✔️ Stabilire con il tutor quante lezioni sono efficaci per recuperare le insufficienze, in quanto lo studio deve essere costante per consentire un recupero concreto.

✔️ Scegliere lezioni online o in presenza nelle principali città italiane, potete scegliere lezioni in presenza oppure online, direttamente da casa o da qualunque posto preferite, in totale flessibilità, grazie alle nostre ripetizioni online.


📌 Come iniziare a far lezione su Tutornow?

E’ semplicissimo! Bastano 3 semplici passaggi.

1. Invia una richiesta per raccontarci di cosa hai bisogno

2. Parla con un nostro consulente didattico che troverà il miglior tutor per te o tuo figlio

3. Inizia a far lezione ovunque vuoi con la comodità delle lezioni online o in presenza nelle principali città



Conclusione

Con Tutornow potrete realizzare questi obiettivi grazie al supporto DSA e BES per elementari, medie, superiori e università. Fare lezione sulla nostra piattaforma è molto semplice. Potrete scegliere tra ripetizioni online e in presenza nelle principali città italiane. In ogni caso avrete un supporto di qualità!

Per le lezioni online avrete a disposizione un’aula virtuale per un’esperienza di apprendimento molto semplice e intuitiva. Si possono condividere contenuti per ampliare e facilitare la comprensione delle spiegazioni.

🌈 Fare lezione con Tutornow non è solo raggiungere una buona media dei voti, è anche diventare più sicuri e fiduciosi nelle proprie capacità! 🌈

💡 Provate per credere! Inviate una richiesta per prenotare una consulenza gratuita e saremo lieti di accompagnarvi nel vostro percorso!

Fabia M.