A chi è capitato di avere un figlio che ha preso un’insufficienza a scuola? Diciamo la verità, a quasi tutti. 


Hai mai sentito parlare di ripetizioni online? 🖥️


Le nuove tecnologie hanno proprio stravolto il mondo dell'insegnamento e dell'apprendimento. A scuola e a casa.

Oggi, in questo particolarissimo frangente della storia, la pandemia che ha colpito a livello globale ha prodotto un profondo cambiamento al modo di insegnare e a quello di apprendere.

Al momento di lottare con le difficoltà scolastiche, che si tratti di un problema dei genitori, degli insegnanti o della scuola, il dopo-scuola e le ripetizioni assumono un'importanza fondamentale. 🎯


Ormai è facile reperire un insegnante privato per ogni tipo di recupero, in ogni disciplina e a qualsiasi livello, molte famiglie, in tempi non sospetti, potevano contattare il tutor per farlo venire direttamente a casa, ora la situazione è completamente cambiata.

Si preferisce la formazione da remoto sia in rispetto delle normative Covid sia perché rappresenta una soluzione effettivamente più agile per budget, tempo e disponibilità.


Ecco perché ormai tutti hanno deciso di adottare questo nuovo trend: le ripetizioni online.


Se anche tu sei tra quei genitori con un figlio che zoppica in una o più materie, questo articolo può fare al caso tuo. 

Troverai i nostri consigli, nati da centinaia di esperienze con famiglie e ragazzi di elementari, medie e superiori nel mondo delle ripetizioni.


Ecco 3 semplici step per reagire ai brutti voti con le ripetizioni online.


Step 1: Affrontare il problema


Si sa, un’insufficienza a scuola non è un problema semplice da gestire né per i ragazzi né per i genitori. Da un lato, demotivazione o perdita di interesse, dall’altro frustrazione e paura per il futuro dei propri figli

Non tutte le situazioni sono uguali: esistono casi di insufficienza lieve, dettata da un argomento in particolare o un periodo difficile per i ragazzi, e casi di insufficienza grave, che nascondono lacune più profonde.

In entrambi i casi, è importante parlarne in famiglia 👨‍👩‍👧 e affrontare insieme il problema

Può non sembrare mai il momento migliore, fra gli impegni di lavoro, casa, scuola, sport, musica, etc. Ma rimandare all’infinito rischia solo di far aggravare la situazione, con il rischio di perdere motivazione da una o più materie fino alla scuola in generale.


Step 2: Accettare un supporto esterno


In media i ragazzi hanno bisogno di studiare da 1 a 3 ore al giorno, impegno che cresce se si deve recuperare un’insufficienza o non si ha un buon metodo di studio. 

Quanto tempo riesci a dedicare allo studio con i tuoi figli? 

Se pensi che non ne hai abbastanza, è del tutto normale. La maggior parte delle famiglie vorrebbe dedicare più tempo all’educazione dei figli ma purtroppo il più delle volte mancano il tempo o i mezzi a disposizione.


Per questo motivo, è importante accettare l’idea di ricorrere ad un aiuto esterno

Ebbene sì, stiamo parlando delle ripetizioni online!


In Italia un ragazzo su 8 prende ripetizioni, sia per recuperare insufficienze e arrivare preparato a verifiche e interrogazioni, sia per avere un supporto nei compiti o migliorare il proprio metodo di studio. Un tutor esterno inoltre può portare un nuovo approccio alla materia, facendo accrescere l’interesse e la passione che a volte non si trovano fra i banchi di scuola.


Quali ripetizioni scegliere?

Le ripetizioni in presenza sono le più efficaci. Trovare un bravo insegnante che possa seguire di persona l’educazione dei figli è la scelta migliore. Tuttavia, non sempre si è così fortunati!


Le motivazioni possono essere molte:

  • Difficoltà di trovare un insegnante preparato nella propria provincia
  • Incompatibilità di orari fra impegni dei figli e disponibilità insegnanti
  • Impossibilità di accompagnare il figlio a casa dell’insegnante o in centri studi qualificati


A questo si aggiunge il difficile periodo che stiamo vivendo da marzo su tutto il territorio.

Per questo ci sentiamo di consigliare le ripetizioni online.


Quali sono i vantaggi delle ripetizioni online?

  • Avere accesso a tutor da tutt’Italia, per un insegnamento di qualità
  • Fare lezione comodamente da casa nell’orario preferito
  • Evitare il costo e il tempo per gli spostamenti


Esistono ad oggi varie piattaforme video su cui poter fare ripetizioni online. Le più diffuse sono Skype, Zoom e Google Meet, ma ci sono anche realtà che hanno investito per realizzare ambienti di lezione ideali per l’insegnamento online. Per esempio, Tutornow ha sviluppato diverse funzionalità che permettono di disegnare grafici, caricare foto di esercizi da telefono 📲 e correggerli subito insieme al tutor sulla piattaforma , condividere e modificare testo in contemporanea fra tutor e studenti. 


Ma non basta solo un buon tutor e la miglior piattaforma online per recuperare un’insufficienza.

Vediamo insieme il terzo ed ultimo step! ⬇️


Step 3: Mantenere un impegno costante


Forse diremo una cosa scontata, ma le lacune accumulate in mesi o anni non si recuperano con la bacchetta magica! ✨


Diffidate quindi di chi promette risultati in poche ore, dal giorno prima al giorno dopo. Non è così che si recupera un’insufficienza. E’ necessario infatti sviluppare un percorso di studio su misura, organizzare lezioni in maniera continuativa, approfondire gli argomenti più complessi e accompagnare le lezioni con compiti a casa e test per verificare l’apprendimento.

In questo modo, i tuoi figli si avvicineranno gradualmente alle verifiche e interrogazioni scolastiche avendole preparate in anticipo!


Ultimi ingredienti? Una dose di buona volontà e il vostro incoraggiamento! 💪



Sei in cerca di ripetizioni online o un tutor che ti segue passo passo organizzandoti lo studio in base al calendario verifiche ed interrogazioni?

Vuoi migliorare il tuo metodo di studi per aumentare il rendimento scolastico?

Comunicazione Tutornow